RECENSIONE ESTELLE DI MASSIMO PICCOLO

Recensione “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” di Massimo Piccolo

Questo è l’anno degli esperimenti letterari, ma soprattutto è l’anno delle grandi scoperte. Tra queste spicca “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” di Massimo Piccolo. Un libricino di poche pagine che ha tanti aspetti in comune con le classiche fiabe Disney ma anche con i racconti di Edgard Allan Poe.

Trama “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon”

La principessa e futura regina Estelle, figlia del re Gustav IV e Alessaija, sembra aver ereditato dalla madre non solo la straordinaria grazia e bellezza, ma anche una terribile e, forse letale, avversione alla luce del sole. Vinto dalla paura, per l’amore incondizionato che prova per lei, il Re padre trasforma il castello, e l’immenso giardino, in un posto dove il sole non potrà affacciarsi in nessun modo, e, se la figlia sarà costretta a vivere tutta la vita esclusa dal mondo, farà in modo che tutto il mondo possa passare nel suo castello per allietare le continue feste organizzate per la sua bambina. E tutto sembra procedere secondo i suoi piani, fino a quando al castello, in occasione della giostra indetta per dare uno sposo alla sua unica figlia, non capiteranno il principe Ileardo di Hardangerfjord e Juan, un suonatore di accordìon.

Recensione “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” di Massimo Piccolo

Una storia che si piazza a metà strada tra le principesche atmosfere Disney e i toni cupi e malinconici di Edgar Allan Poe, non è quello che mi aspettavo avventurandomi nella lettura di “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon”. L’ho iniziato convinta di avere tra le mani una storia piena di sfarzi, danze, sorrisi e finali lieti ma mi sono dovuta ricredere molto velocemente.

La storia raccontata da Massimo Piccolo è ambientata in un castello, la protagonista è una principessa e ogni pagina è impregnata di amore. Ma non l’amore melenso e sdolcinato che ci si aspetta per una principessa. È carico dell’amore timoroso di un padre che ha già visto sfumare la vita della moglie, è carico dell’amore malinconico di un ragazzo nato dal lato sbagliato del muro, è carico dell’amore inutile di un principe che crede di poter barattare i sorrisi con i regali. L’amore è in ogni pagina, in ogni parola. Un amore in grado di far girare il mondo e di fermarlo, un amore che è in grado di alimentare candele che fanno luce solo su un finale tragico e scioccante.

Estelle è una dolce e cagionevole ragazzina che non ha mai visto il mondo al di là del muro del giardino della sua dimora. Lei ha una bellezza indescrivibile e fragile, la sua pelle è di un bianco abbagliante e la sua salute sempre troppo incerta. Il Re ha trasformato per lei il castello in una fortezza, sarebbe pronto a sguainare la sua spada anche contro gli dei pur di proteggere la sua dolce bambina dai raggi del sole che hanno giù portato via sua moglie. Banchetti prelibati, un giardino pieno di colori e profumi, feste e musicisti, lanterne a sostituire la bellezza delle stelle. Tutto questo per veder sorridere Estelle. Il Re, vorrebbe donare il mondo alla sua bambina pur di vederla felice ma… come si può rinchiudere il mondo tra le mura di un castello?

Massimo Piccolo, con uno stile scorrevole e piacevolissimo, è riuscito a creare una storia unica. In poco più di ottanta pagine ci si innamora del suonatore di accordìon e ci si lega indissolubilmente alla giovane principessa. Il finale, amaro e sconvolgente, regala al lettore un picco di emozioni inattese.

A lettura ultima ci si sente soli ed emozionati. Consapevoli di aver letto una cupa fiaba sull’amore dal gusto un po’ amaro.

“Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” non è sicuramente la fiaba giusta da leggere ai propri bambini prima di andare a dormire, ma è una fiaba dark che tutti gli adulti dovrebbero leggere.

Acquista “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” su Amazon

 

[Sono affiliata ad Amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa riceverò una piccola commissione da Amazon (voi non avrete nessun sovrapprezzo) che mi sarà utile per acquistare altri libri e sostenere il sito web. Se vi va di sostenermi acquistaTE da Amazon utilizzando il mio link di affiliazione: https://amzn.to/2Ejouye ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *