recensione Rhea l'ultimo dei krin di Thomas Scotti

Recensione “Rhea – L’ultimo dei Krin” di Thomas Scotti

Buon pomeriggio ragazzi,
settimana caotica per me ma in ogni caso le letture procedono comunque bene. In questo periodo mi è tornata la voglia di fantasy e così, tra la pila di libri che attende di esser letta, ho optato per un volume di un giovanissimo autore italiano. Si tratta di Thomas Scotti e il libro in questione è

Rhea – L’ultimo dei Krin

Rhea l'ultimo dei krin di Thomas Scotti

  • Autore: Thomas Scotti
  • Genere: Fantasy
  • Collana: Phantasia
  • Anno: 2018
  • Pagine: 240
  • Prezzo: € 15,00
  • ISBN: 978-88-6247-187-9

 

Trama Rhea – L’ultimo dei Krin di Thomas Scotti

La vita di Morgan, ragazzo timido e solitario, viene sconvolta dalla comparsa di una piccola creatura luminosa e da una misteriosa ragazza dai capelli rossi, Lea. Entrambi provengono dal mondo di Rhea, regno sconvolto da una guerra contro un potente signore del male, Aligos. Per sconfiggerlo Lea ha bisogno dell’aiuto del Krin, l’essere scintillante che ha stretto un legame particolare con Morgan. Quest’ultimo si ritroverà così coinvolto in un’avventura colma di intrighi, misteri e magia nel mondo di Rhea, dove metterà in gioco la sua vita e il suo coraggio per proteggere i suoi nuovi amici e la loro terra.

 

Recensione Rhea – L’ultimo dei Krin di Thomas Scotti

Intervallo periodi lunghissimi senza aver voglia di leggere storie fantasy a periodi in cui non ne farei a meno. È per questo che mi sono avventurata nella lettura del primo capitolo di una trilogia fantasy firmata da un giovanissimo autore italiano: Thomas Scotti.

Devo confessare che non avevo aspettative troppo alte, non so bene perché, probabilmente perché dalla trama mi sembrava una storia molto semplice e per ragazzi. Addentrandomi nella lettura di “Rhea. L’ultimo dei Krin” ho invece notato che questo libro è pieno di intrecci, idee e colpi di scena.

Parto dal presupposto che lo stile narrativo è ancora molto acerbo e secondo me potrebbe esser perfezionato, ciò nonostante la storia mi ha intrattenuta alla grande.

Ho molto apprezzato la divisione del libro in quattro blocchi, uno per ogni protagonista della storia. Al cambio di protagonista cambia anche il POV e questo permette al lettore di conoscere più a fondo i vari ragazzi che affrontano un’avventura a cavallo tra vari mondi.

Le pagine di questo libro sono impregnate di magia e l’autore non ci fa mancare nulla: stregoni, animali fantastici, libri degli incantesimi, demoni, portali magici e tantissimi altri elementi fantasy che però sono amalgamati perfettamente insieme.

Pur non avendo amato molto lo stile narrativo ho comunque apprezzato molto la storia. Lo stile dell’autore avrà tempo e modo per arricchirsi delle sfumature necessarie a far funzionare ogni aspetto della narrazione, per ora però ha creato delle solide basi per una brillante carriera di scrittore fantasy.

La storia custodita in “Rhea. L’ultimo dei Krin” è piacevole, coinvolgente e magica. Io, nonostante qualche difetto qua e là, continuerò con molto piacere la trilogia, trilogia che consiglio vivamente ai lettori più giovani che hanno voglia di avvicinarsi a questo genere letterario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *